In fascia con Mia

A quanto pare sono una mamma “portatrice”.

Gia, perché porto la mia principessa in fascia.

Non chiedetemi come ci sono arrivata, né tanto meno quali sono i “benefici” sia per la mamma che per il pargolo nel portare, non mi va di scrivere nomi di studiosi, psicologi, o percentuali!E nemmeno mi ricordo che percorso ho fatto per arrivare fino a qui, so solo che quando ero incinta di sette mesi circa, ho contattato una signora molto gentile di un paese vicino Vicenza, che mi ha venduto una splendida fascia elastica Tricot Slen rosa.

Tricote slen

L’idea iniziale era quella di usarla ogni tanto anche in casa per riuscire a fare qualche lavoretto stando vicina alla mia pupetta, ma più passa il tempo e più sento io stessa il desiderio di tenere la mia principessa quanto più vicina possibile.

Ho iniziato ad usarla più spesso, sentire Mia così vicina e così tranquilla mi dona una pace immensa…

Piu di qualcuno mi dice che “così la vizi”,ma da quando la aspetto, mi sono resa conto che di quello che pensano gli altri…mi interessa proprio poco!

Seguo l’istinto, quello che mi dice la “pancia” e in questo periodo mi dice che portarla così vicino al mio cuore, va bene per me è per lei.

Ho fatto un incontro per imparare come legarla meglio e oramai io, la mia fascia e Mia siamo in simbiosi!

Mia fascia

Per portare i bimbi, ho scoperto, ci sono fasce elastiche (ideali per bimbi fino i 7 kg), fasce rigide e marsupi ergonomici.

Non occorre che vi dica che se vi interessate…vi si apre un mondo!

Ora sto aspettando un bel marsupio ergonomico per poter far provare queste emozioni anche ad Enrico.

Il marsupio sarà più facile da indossare, ma non so se regalerà il calore e la “magia” della fascia!

Vi aggiornerò!

No Comments
POSTED IN:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *